In un momento di difficoltà come quello attuale, PassaparolaSHOP ha deciso stringere una partnership strategica con il circuito complementare In-Lire per rilanciare l’economia. Oggi no, oggi non ci si salva da soli, servono strategie cooperative, serve fare sistema, servono strumenti come le monete complementari.

Ma partiamo dall’inizio.

Cosa sono le monete complementari e come operano nello specifico?

Per circuito di credito commerciale s’intende un sistema economico capace di connettere le imprese dello stesso territorio sia regionale che nazionale, in modo da promuovere i prodotti locali, ma anche di fare da garante per i metodi di pagamento e soprattutto di credito che possano essere complementari o sostitutivi del denaro tradizionale.

Ma cos’è un circuito di credito commerciale e come può essere considerato un sistema complementare a quello euro?

Le monete complementari sono monete che consentono di acquistare beni e servizi in modo accessorio, ma non sostitutivo, alle valute ufficiali. In-Lire, infatti, ha messo in pratica un circuito di scambio di beni e servizi, promuovendo, sostenendo e incoraggiando le aziende dello stesso territorio a interagire fra loro, per favorire, in questo modo, anche la conoscenza reciproca.

Nello specifico, il circuito In-Lire, oltre che dare credito agli imprenditori, sostiene anche i clienti, perché, attraverso la Community PassaparolaSHOP, permette alle piccole realtà di quartiere di premiare i consumatori attraverso l’assegnazione di crediti spendibili all’interno del circuito stesso in proporzione ai propri acquisti.

Un po’ di storia.

Sin dai tempi degli antichi greci, e fino alla metà del 1800 nel mondo sono esistite una pluralità di monete. Gli ebrei, ad esempio, utilizzavano tre tipi di monete: il “siclo” per le attività religiose e per le transazioni che avevano a che fare col tempio, una moneta d’oro per lo scambio con altri popoli e una moneta di materiale più povero per il piccolo commercio locale.

Nel passato, dunque, esistevano monete diverse per scopi diversi.

A partire dalla Grande Depressione negli anni ‘20 sono nate alcune migliaia di monete complementari nel mondo, 5.000 è il dato che si legge più di frequente, ma non esiste un censimento attendibile per un settore caratterizzato da iniziative spesso molto volatili. Soltanto poche decine di monete complementari sono sopravvissute all’entusiasmo iniziale e hanno raggiunto la massa critica necessaria perché dallo scambio emergesse valore significativo e di sistema. l punto di riferimento per tutti è Wir, una cooperativa nata in Svizzera nel 1934, a seguito della grande crisi del 1929, e diventata nel frattempo banca al servizio di oltre 60.000 piccole e medie imprese locali.

Benefici e Vantaggi della moneta complementare per le imprese.

La spinta alla diffusione dei sistemi di credito complementare viene soprattutto da periodi di crisi finanziaria o di recessione, quando il costo del credito cresce a causa dei maggiori rischi per il sistema finanziario e la moneta tende a essere accantonata, diventando riserva più che strumento di compravendita. La moneta complementare in questo scenario si propone come strumento aggiuntivo di scambio, favorendo la mutualità delle prestazioni tra le imprese di un territorio e la circolazione dei beni all’interno della comunità. Con il valore aggiunto dato dalla Community di PassaparolaSHOP per la tutela del commercio di vicinato, dell’artigianato locale, dei servizi di prossimità. Un circuito complementare è in grado di mettere al centro del progetto i valori più autentici del fare impresa e sostiene l’economia reale delle aziende e dei professionisti.

Circolando più velocemente delle valute ufficiali, le monete complementari generano nuovo fatturato e fungono da moltiplicatore economico per il mercato locale. Le valute accessorie sono di regola ancorate alla moneta ufficiale con cambio 1:1 e non sono direttamente convertibili.

Dal medico al negozio di alimentari, dalla società sportiva ai piccoli artigiani per i lavori in casa, dal commercialista al residence, è sempre più una struttura sociale alla quale ciascuno partecipa con le proprie competenze, all’interno di un perimetro fiduciario stabile e affidabile e garantito da regole condivise, ispirato all’interesse comune. Con il valore aggiunto della tutela del commercio di vicinato, dell’artigianato locale, dei servizi di prossimità.

Per le imprese e per i professionisti i vantaggi sono evidenti. Intanto si viene pagati, subito. L’immediatezza e l’efficienza dello scambio scongiura i ritardi e i mancati pagamenti, sempre più frequenti nella valuta ufficiale. Le aziende con saldo negativo portano in pari il proprio conto presso la camera di compensazione del circuito vendendo beni e servizi ad altre imprese aderenti al circuito. Le aziende con saldo attivo sono incentivate a monetizzare i crediti accumulati facendo acquisti da altri membri del circuito. E ai consumatori consente di trasformare gli sconti in crediti da utilizzare all’interno della Community per rilanciare e ravvivare le realtà locali. Un circolo virtuoso per l’economia reale.

Benvenuti nella Community di PassaparolaSHOP e nel Circuito di Credito Compensativo in-Lire, la rete di imprese, a sostegno dell’economia reale, che permette alle aziende iscritte di aumentare le vendite fidelizzando i clienti a beneficio del territorio e della comunità in cui vivono.

Se non sei ancora iscritto, partecipa compilando il modulo di registrazione.

https://www.passaparolashop.it/registrazione_aziende.php

Entra anche tu a far parte della nostra Shop Community e riscopri il piacere dello shopping sotto casa:

https://www.passaparolashop.it/registrati.html

error: CONTENUTI PROTETTI!
WhatsApp chat